OSTUNI CON I BAMBINI

OSTUNI CON I BAMBINI

Se programmate un viaggio in Puglia, non dimenticare di dedicare una giornata a Ostuni: anche i bambini apprezzeranno!

Qui si trova la mia residenza estiva… sono in arrivo quindi tutte le dritte di chi la conosce molto bene e sa cosa vuol dire barcamenarsi coi bambini!

(ENGLISH VERSION HERE)

PERCHE’ VISITARE OSTUNI

veduta su Ostuni
Una giornata a Ostuni con i bambini

La sua posizione arroccata sul colle, il suo magico bagliore sotto la luce d’agosto, l’ampia zona pedonale e le bellissime spiagge che si stendono ai suoi piedi, la rendono appetibile a tutti.

Il bianco della calce che riveste l’esterno delle casette del centro storico ha conferito ad Ostuni il soprannome di “Città Bianca“. Questo materiale era tradizionalmente utilizzato per la sua azione antisettica ai tempi delle grandi epidemie e oggi conserva la sua utilità nel rifrangere i raggi del sole del Sud. Una sapiente illuminazione rende lo splendore di questa bianca collina visibile da lontano, anche di sera, conferendole una magia che stupisce ogni volta la mia bimba.

Ostuni al tramonto
Ostuni al tramonto

COSA VEDERE A OSTUNI

Dalla Piazza centrale

Dalla Piazza della Libertà, quella con l’obelisco di Sant’Oronzo, parte il salitone di pietra bianca che si snoda per il centro storico. Una giornata da trascorrere a Ostuni con i bambini non può che partire da qui.

Se siete tra le irriducibili e invidiatissime mamme che non hanno rinunciato ai tacchi alti con l’arrivo dei bimbi, vi consiglierei di evitare di indossarli però nel borgo antico: con le chianche di cui è lastricato la scivolata è assicurata!!

La salita si chiama Via Cattedrale ed è piena di negozietti di artigianato locale, ceramiche, pellami e prelibatezze da gustare, aperti fino a tardi in estate. Qui i piccoli vi chiederanno di acquistare i souvenir più kitsch e voi finirete col cedere!

Strategici cartelli segnalano i vicoli che portano ai vari ristorantini e locali: una miriade in cui perdersi e non smettere di stupirsi tra signore sedute a chiacchierare fuori, archetti rampanti e fiorellini ai balconi. Vi consiglio di resistere però e deviare dalla strada maestra solo al rientro.

Un suggestivo scorcio di Ostuni nelle vie laterali che salgono dalla Piazza centrale
Un suggestivo scorcio di Ostuni nelle vie laterali che salgono dalla Piazza centrale

Dalla Cattedrale

Non potete infatti esimervi dal raggiungere la cima della grande salita per ammirare la magnifica Cattedrale, costruita nel tardo quindicesimo secolo in bianchissima pietra calcarea locale. Lo stile è gotico-romanico fiorito: l’effetto decorativo risulta semplice, ma tutt’altro che austero e ha il suo culmine nell’enorme rosone raffigurante nel centro il “Salvator mundi”.

Nella piazza della Cattedrale si trovano anche l’interessante Museo Diocesano (da giugno a settembre aperto fino alle 24:00). Qui in compagnia della mascotte angelo Ronzino – diminutivo di Oronzo, patrone della città – i bimbi impareranno cose nuove in modo giocoso.

Vicino a questa Chiesa si trova il super-instagrammato Arco Scoppa, che collega il Palazzo Vescovile e il Palazzo del Seminario.  Un tempo in legno, dal 1750 in pietra, questa meraviglia ricalca il Ponte dei sospiri di Venezia.

La magnifica Cattedrale di Ostuni in pietra bianca
La magnifica Cattedrale di Ostuni in pietra bianca

Le mura

Non perdetevi infine la passeggiata lungo le possenti Mura di cinta, costruite direttamente sulla roccia. D’estate vi daranno refrigerio dalla calura e dalla moltitudine dei turisti. Di qui si gode una bella vista su tutta la vallata e su un viavai di Ape calesse pronti a scarrozzarvi per la città.

Ostuni di sera
Vista delle mura di Ostuni

COSA FARE LA SERA A OSTUNI CON I BAMBINI

Ostuni ha il suo momento d’oro al tramonto, col sole che scompare dietro la collina, tingendo di rosa la città.

Entro le 19:00 si troverà parcheggio più facilmente e ci si potrà recare con calma a cena. In altissima stagione diventa proprio vitale arrivare nel centro storico entro quest’ora, se volete evitare lunghe code in strada e davanti ai ristoranti. Si avrà poi il tempo dopocena per godersi eventualmente un cocktail nei localini modaioli sparsi tra i vicoletti. Tutto questo senza stravolgere gli orari dei bambini, che si divertiranno a sprofondare nei puf che arredano i bar del centro storico e a scorrazzare in assenza di veicoli.

In caso di panico, ricordate che si può sempre parcheggiare fuori le mura, dove stanno sorgendo nuovi ristoranti. La passeggiata per il centro storico risulta molto piacevole (anche se un po’ lunga), perché permette di godersi uno splendido panorama, prima di addentrarsi nelle stradine e arrivare fino alla celeberrima Piazza della Libertà. Se trascorrete una giornata a Ostuni con i bambini infatti sarà il posto in cui vorranno trascorrere più tempo, a qualunque ora! Resta di fatto l’area più grande pedonale in cui rincorrersi ed è pure la più vivace. In estate è animata da artisti di strada, famiglie coi gelati e piccole bancarelle. In autunno-inverno è sede delle bellissime luminarie che vengono allestite fin da novembre per ricreare atmosfera natalizia.

installazione luminarie natalizie a ostuni
Installazione delle luminarie natalizie sulla facciata del Palazzo del Governo di Ostuni

DOVE MANGIARE A OSTUNI CON I BAMBINI

Colazione e pranzo

Per colazione dovete assolutamente provare le squisitezze di Ciccio Pastigel. La location è storica e non molto fashion ma apprezzerete senz’altro i suoi pasticciotti e i suoi gelati.

In alternativa, godetevi nella piazza centrale un buon caffè al  New Life  Fanelli, che offre anche gustosi spuntini a pranzo.

Per mezzogiorno, consigliata anche la puccia da Sapori d’Eccellenza.

Cono gelato di Ciccio Pastigel
Un gustiso cono gelato da Ciccio Pastigel

Cena e dopocena

Per una cena coi bimbi al seguito, andate a Il posto Affianco, che assicura uno scorcio di grance fascino all’interno del centro storico, in una piazzetta circondata da piante di gelsomino. La gestione è familiare e i piccoli saranno contenti di poter mangiare un’ottima pizza, mentre gli adulti potranno scegliere un menù tradizionale pugliese, incluso il pesce fresco.

Un angolo caratteristico di Ostuni coi tavoli del Ristorante (Credit: Il posto Affianco)
Un angolo tipico di Ostuni coi tavoli del Ristorante (Credit: Il posto Affianco)

In cima alla grande salita che attraversa il centro storico c’è anche un incantevole ristorante stellato, Cielo, all’interno del Relais La sommità: sapori gourmet e giardino spagnolo di agrumi… indimenticabile! Il parcheggio riservato è a valle, ma offre il servizio di trasporto con un allegro Ape calesse. Sono benvenuti i bambini dai 6 anni in su; chiude tra i primi di novembre e i primi di aprile.

Vale sicuramente la pena mangiare anche in una masseria nei dintorni di Ostuni: hanno sempre tanto spazio verde per i bimbi e c’è l’imbarazzo della scelta.

Per un aperitivo coi sapori dell’orto sotto uno scenografico ficus, recatevi alla Masseria Narducci. Per una cena leggera c’è l’Agrobistrot Pantaleo, con ampio parco attrezzato per far giocare i bambini. Per un pasto più importante, andate invece al Ristorante Capatosta: troverete tutto il sapore della tradizione pugliese. Fuori stagione potrebbero avere dei periodi di chiusura: verificate di volta in volta e comunque è sempre meglio prenotare!

Sotto questo grande ficus ha luogo l'Aperitivo agricolo della Masseria Narducci
Sotto questo grande ficus ha luogo l’Aperitivo agricolo della Masseria Narducci

Infine, se i vostri bimbi sono dei tira-tardi, ci sono un paio di posti da tener presenti. Riccardo Caffè è lo storico ma sempre valido capofila dei locali ostunesi dove si può proseguire la serata. L’interno è scavato nella roccia ed ingloba perfino un albero; l’esterno è arredato con morbide poltroncine dislocate lungo i gradoni di uno dei tipici saliscendi del centro storico. Le luci soffuse, i buoni cocktail e la selezione di musica lounge ne fanno una location perfetta per sentirsi parte della dolcevita ostunese!

Il White Ostuni beach club è un affascinante locale direttamente sulla spiaggia di Monticelli, dove ci si siede sulle sdraio, sotto ombrelli di palma a sorseggiare cocktail e ascoltare musica dal vivo… mentre i bimbi giocano con la sabbia!

I puff lungo un caratteristico vicolo di Ostuni al Riccaro Caffè
I puff lungo un caratteristico vicolo di Ostuni al Riccaro Caffè (Credit: Riccardo Caffè)

DOVE DORMIRE A OSTUNI CON I BAMBINI

Se volete osare e rilassarvi nel lusso, c’è il già menzionato Relais La sommità, ma fate attenzione ai mesi di apertura e all’età dei bambini.

In alternativa, ci sono l’Hotel La Terra, situato in un edificio storico e aperto tutto l’anno; oppure l’Hotel Incanto, una struttura semplice, aperta nella bella stagione e dotata di piscina, la passione dei bimbi!

Se volete dormire in masseria, vi consiglio Salinola: una bianca struttura nel verde della campagna. Organizza tante attività, dai bike tour alla raccolta delle olive.

Per un affitto da una settimana in su, con spiagge a portata di mano e tutti i confort e servizi, c’è il villaggio di Rosamarina: mare sabbioso trasparente e digradante, docce e ristoranti in spiaggia, navette elettriche, animazione soft con laboratori e spettacoli per bambini, parchetto, campi da tennis e molto ancora.

il mare di Rosamarina
Acqua trasparente sulla spiaggia di Rosamarina di Ostuni

DOVE ANDARE IN SPIAGGIA

Caratteristiche generali

Se il tempo lo permette, porterete sicuramente i bimbi a trascorrere una giornata sulle magnifiche spiagge della costa di Ostuni.

Preciso subito che se il mare è/è stato molto mosso, l’acqua risulterà meno limpida; se andate in alta stagione, sarà praticamente impossibile liberarsi dalla folla dei turisti. Detto questo, le spiagge della marina di Ostuni sono tutte bellissime e anno dopo anno vengono riconfermati i riconoscimenti Bandiera Blu e Cinque Vele di Legambiente e TouringClub. La sabbia è piuttosto fine e dorata e scivola dolcemente in un’acqua trasparente verde-azzurra.

I posti consigliati

Oltre alla già menzionata Rosamarina, ci sono le coste sabbiose del Lido Morelli e del Lido Boscoverde. Anch’esse sono immerse nel Parco secolare delle dune costiere, profumato dalla macchia mediterranea. Nella Località Pilone si alternano pure belle spiagge libere e lidi, con vista sulla Torre costiera di San Lenardo.

Molto particolari e scenografiche sono gli arenili della Costa merlata, dove si susseguono baie sabbiose e rocce frastagliate.

Infine, c’è Torre Guaceto, un’oasi protetta dove le spiagge sono un po’ lunghe da raggiungere, ma la bellezza della natura lascia senza fiato e la sabbia più bianca e fine assicura un effetto Maldive.

Parco delle dune secolari
Parco delle dune secolari

I CONSIGLI DEI BAMBINI

Le cose che ci piacciono di più a Ostuni sono: correre in piazza o nelle campagne subito fuori dalla città, comprare souvenir, mangiare i pasticciotti al cioccolato, giocare sul bagnasciuga e vedere le luminarie natalizie!

D’estate ci sono un sacco di sagre, da quella del patrono Sant’Oronzo, a quella degli antichi mestieri e degli artisti di strada.

Intorno a Ostuni ci sono tante belle piste ciclabili, per esplorare le campagne e la costa. Inoltre c’è un Parco avventura dal simpatico nome di Ciuchino Birichino!

E per esigenze particolari, ricordate che nella parte nuova di Ostuni ci sono anche un Ipermercato e un grande negozio di giocattoli.

Per una magnifica immagine della collinetta di Ostuni con le sue bianche casette, potete acquistare questo puzzle: City skyline Ostuni 1000 pezzi

Le luci di Natale a Ostuni, per la gioia di grandi e bambini
Le luci di Natale a Ostuni, per la gioia di grandi e bambini

Per altre foto, visita la mia pagina Instagram !

 

Booking.com

 

Please follow and like us:

5 Risposte a “OSTUNI CON I BAMBINI”

  1. Consigli accuratissimi….li terrò presente appena riuscirò a visitare la bellissima Lecce!
    Complimenti

  2. Utilissimi consigli! Li ho seguiti alla lettera per visitare la città con le mie bimbe ..
    Ora non potrò che visitare la tua prossima meta 😉
    Grazie ancora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.